Docenti…dieta in vacanza?

Cari insegnanti,

sta arrivando il tanto atteso periodo di relax e spensieratezza… saremo spesso portati a “lasciarci andare”, anche di fronte alle bontà della tavola. Per un discorso di sostenibilità della dieta ed evitare regimi troppo restrittivi, che predispongono ad eccessi improvvisi, è assolutamente importante, ogni tanto, concedersi qualcosa che può essere visto come “peccaminoso”, proprio per far sì che il regime alimentare corretto diventi il nostro stile di vita!

E allora….come fare per non vanificare i sacrifici fatti in un intero anno, senza troppe rinunce?

Il primo consiglio è di bere! Con il caldo, la sudorazione aumenta e ci fa perdere liquidi oltre a sali minerali, indispensabili per restare in forma. Ideali sono i cosiddetti “water infused”, infusi preparati in casa con frutta fresca e erbe aromatiche come la menta, la stevia e il basilico ma anche centrifugati di verdure ipervitaminiche e dietetiche come il sedano, la carota, il cetriolo. Evitiamo bevande gassate e bibite industriali che contengono ben pochi micronutrienti ma sono ricche di edulcoranti e zuccheri.

La colazione a sacco è un’abitudine diffusa, soprattutto sulle spiagge! Consiglio di portare insalate abbondanti con verdure varie come lattuga, considerata un integratore naturale di Sali minerali, pomodori, che hanno un grande carico di licopene, carote, ricche di beta-carotene (in modo da pensare anche alla nostra abbronzatura😉), sedano, noto per le spiccate proprietà drenanti, con un secondo a scelta come del tonno o un uovo sodo e aggiungere una fonte di carboidrati come gallette o del buon pane integrale. In questo modo apportiamo una buona quantità di fibre, sali minerali e vitamine, non dimenticando però la quota proteica fondamentale per il mantenimento della nostra massa magra.

Un altro consiglio è quello di non saltare mai i pasti e gli spuntini (magari con frutta fresca di stagione, al momento ricca di varietà di pesche, susine, albicocche e pere), in modo da mantenere attivo il nostro metabolismo e da evitare di catapultarci su sfizi dolci e salati fuori orario.

… e il gelato, si può? È la domanda che ci poniamo tutte le estati, perchè con l’arrivo del caldo, giunge anche la voglia di questa bontà! Certo che Sì ma… senza esagerare! Possiamo sostituirlo ad un pasto, purchè non diventi un abitudine e poi rischiare di andare in carenza di altri nutrienti oppure di sostituirlo al pane della giornata. Occhio alla quantità e alla scelta del gusto, preferibilmente alla frutta per il minor apporto calorico.

Ricordate, Cari Prof., che è importante, per non aumentare di peso,  mantenere un bilancio energetico ovvero compensare l’energia in entrata (introdotta con gli alimenti) con l’energia in uscita (ciò che consumiamo con le nostre attività). In poche parole: muoversi! La vita all’aria aperta, il tempo libero, la spiaggia e le passeggiate in buona compagnia, devono stimolare l’attività fisica.

In conclusione, sia che si continui a seguire la dieta sia che ci si conceda una pausa , senza  rinunciare al piacere di mangiar sano, con questi semplici accorgimenti tornerete ai ritmi quotidiani in forma ma rilassati e carichi per il nuovo anno scolastico!

Buone vacanze

 

                                                                                           Dott.ssa Margherita Ceparano

                                           Nutrizionista, Specializzanda in Scienza dell’alimentazione

Centro di Medicina Preventiva, Afragola (NA)

Leggi altri articoli simili
Load More By Sindacato Scuola
Nessun Commenti