Accoglienza e integrazione scolastica dei minori ucraini neoarrivati in Italia – Nota USR Campania

Con riferimento all’emergenza in atto, in considerazione della necessità di
garantire il diritto allo studio a tutti i minori provenienti dalle zone di guerra e che
sono in questi giorni accolti e ospitati con grande solidarietà nell’ambito del territorio
della Regione Campania, questa Direzione intende supportare, nel miglior modo
possibile, le istituzioni scolastiche che accoglieranno i minori già arrivati o che stanno
per raggiungere il nostro Paese.

Come noto, ai sensi dell’art.45 del DPR 394/1999, i minori stranieri presenti sul
territorio nazionale hanno diritto all’istruzione indipendentemente dalla regolarità
della posizione in ordine al loro soggiorno, nelle forme e nei modi previsti per i
cittadini italiani e le procedure di iscrizione, pertanto, possono intervenire in corso
d’anno al momento in cui il minore arriva in Italia, al fine di garantire con
immediatezza la frequenza e la piena partecipazione alla vita della comunità scolastica.

La scuola campana ha una sperimentata esperienza di accoglienza, grazie alle
azioni già messe in atto in occasione di altre situazioni emergenziali verificatesi in
altre parti del mondo, con il prioritario obiettivo di garantire l’inserimento nei percorsi
scolastici di minori che hanno sofferto e soffrono di indicibili sofferenze
Nell’intento di supportare il più possibile le procedure di accoglienza e di
iscrizione dei minori, in coerenza con i Protocolli che ciascuna istituzione scolastica
predispone nell’ambito della propria autonomia, questa Direzione intende promuovere
azioni di coordinamento territoriale al fine di garantire una gestione condivisa delle
iscrizioni e di concordare misure di ulteriore supporto in sinergia con le Prefetture, le
Province i Comuni e gli Enti del Terzo settore, soggetti con i quali sono già stati
avviati i primi contatti.

Verranno organizzati a tal fine incontri con i dirigenti scolastici delle scuole più
direttamente coinvolte al fine di condividere procedure e azioni.

Visualizza la nota

Leggi altri articoli simili
Load More By Sindacato Scuola
Nessun Commenti