Come potrebbe funzionare la Call veloce. S.B.C. propone un’ipotesi applicativa.

La Call Veloce sarà bandita con decreto del Direttore dell’USR secondo le indicazioni di un D.M.

ministeriale che nel bando indicherà il numero di posti per trilogia di scuola, per classi di concorso,

per posti di sostegno. La Call veloce per l’assegnazione dei posti nelle scuole di ogni ordine e grado

che avanzano in una Regione, a nostro avviso, dovrebbe essere così articolata, ovviamente

precisiamo che non sono anticipazioni ma solo delle nostre ipotesi che potrebbero essere in seguito

smentite dall’applicazione della Call nel settembre 2020. Insomma solo un’ipotesi di scuola che

offriamo al dibattito. Dopo le immissioni in ruolo nella Regione entro il 31 agosto 2020, si

determina il numero dei posti a livello regionale ancora da assegnare e non assegnati per mancanza

di candidati, essendo esaurite nella Regione e nelle provincie della Regione tutte le graduatorie

finalizzate alle immissioni in ruolo.

1) Il 50% di questi posti va ai docenti inseriti nelle graduatorie dei concorsi.

2) Il 50% di questi posti va ai docenti inseriti nelle Gae.

Dopo questa divisione dei posti da assegnare, si stilano entro il 15 settembre due graduatorie

distinte per la Call veloce, una per i concorsi e una per la Gae che riguardano tutti i docenti che

hanno fatto richiesta volontaria secondo il bando del Direttore Scolastico Regionale.

I docenti inseriti nelle GAE, essendo queste graduatorie provinciali, possono indicare la provincia

della Regione dove chiedono di essere  immessi in ruolo sui posti residuati dopo le operazioni di

immissioni in ruolo. Sul 50% dei posti riservato ai concorsi si procede prima con i concorsi

ordinari, saranno assunti i docenti del concorso ordinario del 2016, per l’assunzione i docenti

saranno graduati con il punteggio in cui sono stati inseriti nella graduatoria regionale di

provenienza , poi, in caso di esaurimento della graduatoria 2016 e solo in caso di posti ancora da

assegnare nella Regione , saranno assunti, in coda, i docenti da Gr.Me.2018 e 2019 rispettivamente

per la scuola secondaria di primo e secondo grado, di infanzia e primaria. Per l’altro 50% si procede

poi con i docenti inseriti in Gae, saranno assunti con il punteggio con cui erano presenti nella

provincia di provenienza.

Se non si riescono ad attribuire tutti i posti alla Gae per esaurimento della stessa si attribuiscono al

concorso ordinario e viceversa fino ad attribuire tutti i posti disponibili e vacanti residuati nella Regione.

L’assunzione prevede il depennamento da tutte le altre graduatorie in cui detti docenti risultano

iscritti.

Eseguite  le immissioni in ruolo le graduatorie utilizzate per la Cal Veloce perdono il loro valore.

La sede, come previsto dalla norma, sarà scelta prima dai docenti inseriti nelle graduatorie dei

concorsi e poi daquelli inseriti nelle GAE.

I docenti assunti a seguito della Call veloce resteranno nella sede di assunzione per 5 anni.

Quindi per 5 anni non posdono presentare domanda di trasferimento e assegnazione provvisoria

interprovinciale.

Libero Tassella S.B.C.

Leggi altri articoli simili
Load More By Sindacato Scuola
Nessun Commenti