Il danno risarcibile dal minore affetto da handicap a causa della mancata attribuzione delle ore di sostegno

Il danno risarcibile dal minore affetto da handicap a causa della mancata attribuzione delle ore di sostegno.

Nella sentenza in commento, il Giudice amministrativo ha dichiarato la fondatezza di un ricorso in cui veniva

proposta, oltre alla domanda di accertamento del diritto del minore affetto da handicap di usufruire del sostegno per

tutto l’orario complessivo scolastico, anche la domanda di risarcimento del danno non patrimoniale (art. 2059 c.c.)

subito dalla minore a causa della mancata attribuzione delle ore di sostegno. 

Avv. A. Cicchinelli
Il T.A.R., con riferimento a tale domanda risarcitoria, ha statuito che nel danno da mancato insegnante di
sostegno possono rientrare entrambe le categorie fenomeniche del danno dinamico-relazionale e del danno da
sofferenza, concretizzanti danno non patrimoniale ai sensi dell’art. 2059 c.c
Nella voce di danno dinamico-relazionale, rientra la mancanza dell’insegnante protratta per un tempo idoneo a
compromettere la finalità di inclusione e aiuto al quale la figura dell’insegnante di sostegno è deputata;
nella seconda voce, invece, rientrano le sofferenze e i patemi d’animo subiti, frutto della sofferenza che il disabile
provi nel ritrovarsi in classe ma senza insegnante di sostegno.
News a cura di
Leggi altri articoli simili
Load More By Sindacato Scuola
Nessun Commenti