Vuoi inserirti in terza fascia di istituto? Paga la tassa! Laureati e ITP con i 24 CFU.

Ennesimo  finanziamento alle università tassando i precari della scuola e le loro famiglie!

Ecco il testo dell’emendamento in discussione alla Camera dal 25 novembre:

All’articolo 1, comma 107, della legge 13 luglio 2015, n. 107, le parole: «2019/2020» sono sostituite dalle seguenti: «2022/2023» e, alla fine, è aggiunto il seguente periodo: «In occasione dell’aggiornamento previsto nell’anno scolastico 2019/2020, l’inserimento nella terza fascia delle graduatorie per posto comune sulla scuola secondaria è riservato ai soggetti precedentemente inseriti nella predetta terza fascia ovvero ai soggetti in possesso dei titoli di cui all’articolo 5, comma 1, lettera b), e comma 2, lettera b), del decreto legislativo 13 aprile 2017, n. 59

Quindi i soggetti di cui all’articolo 5, comma 1, lettera b), e comma 2, lettera b), del decreto legislativo 13 aprile 2017, n. 59 sono i laureati con 24 CFU nelle discipline antropo-psico- pedagogiche e nelle metodologie e tecnologie didattiche;

Riepilogando:

Già inseriti in terza fascia: aggiornano i titoli conseguiti successivamente alla scadenza della presentazione della domanda del 2017.

Nuovi inserimenti:  dovranno possedere la laurea con i crediti/esami previsti dai DPR 19/2016 e DM 259/2017 e (ecco la nuova tassa) 24 CFU nelle discipline antropo-psico- pedagogiche e nelle metodologie e tecnologie didattiche.

Ricordiamo che se l’emendamento dovesse essere approvato in questi termini, saranno necessari i 24 CFU anche per gli ITP che accedono con il diploma!

Leggi altri articoli simili
Load More By Sindacato Scuola
Nessun Commenti